Sviluppo e Progresso

Controlli di Qualità in Radioterapia: valutazione dosimetrica dei Sistemi di Immobilizzazione e Riposizionamento

ABSTRACT della TESI di LAUREA:

Controlli di Qualità in Radioterapia:
valutazione dosimetrica dei
Sistemi di Immobilizzazione e Riposizionamento”

di Musarò Monia

Università Cattolica del Sacro Cuore – Sede di Roma

A.A. 2011/2012

 

 

Questa tesi si è proposta di descrivere l’importanza dell’evoluzione tecnologica in Radioterapia e dei miglioramenti che questa ha procurato sulle tecniche di trattamento radioterapico. Ma,ha evidenziato il bisogno di un maggiore controllo sulle apparecchiature e sugli accessori utilizzati,come i Sistemi di Immobilizzazione e Riposizionamento (SIR),che, purtroppo, provocano a loro volta un’attenuazione della dose erogata al paziente e una diversa distribuzione di dose intorno al target.

Questi problemi sono stati individuati tramite l’utilizzo sistematico della Dosimetria In Vivo (D.I.V.) nella normale attività clinica del reparto. Per questa ragione è nato il bisogno di fare una valutazione dosimetrica dei SIR più utilizzati in radioterapia,quantificare il loro impatto sul trattamento e ipotizzare soluzioni in caso di significatività dei dati raccolti.

Lo studio condotto è di tipo dosimetrico ed è stato effettuato utilizzando i piani di trattamento (PT) di 49 pazienti,realmente trattati,e confrontati con piani di trattamento identici ma che tenevano conto del SIR utilizzato.

Per valutare l’attenuazione del fascio radiante che i SIR provocano,sono state create delle copie dei PT,sulle quali immagini TAC sono stati inclusi,per il calcolo delle Unità Monitor (UM)  finali, i SIR. In seguito, è stato copiato il PT originario sulle nuove immagini che includono i SIR. La nuova distribuzione di dose è stata calcolata dopo aver inserito manualmente il numero di UM per ogni fascio radiante.

Questo procedimento è stato seguito per un numero di 5 pazienti per i seguenti  S.I.R:maschere termoplastiche con base in Plexiglass,maschere termoplastiche con base in Fibra di Carbonio,wing Board (WB),vacuum Locked (VL),belly board e Body Fix (SIR per la SBRT). Successivamente è stato esteso ad altri 10 pazienti per la maschera termoplastica con la base in fibra di carbonio e ad altri 9 per il Body Fix.

Confrontando, tramite T-test,i valori di Dose Massima,di Dose Minima e di Dose Mediana relative al PTV,con e senza SIR, lo studio è risultato significativo per la maschere termoplastiche con base in Plexiglass e con base in Fibra di Carbonio e Body Fix.

In conclusione,lo studio condotto ha modificato l’utilizzo di questi SIR.  Infatti, la contornazione della maschera termoplastica con basetta in fibra di carbonio sarà valutata caso per caso, la maschera termoplastica con basetta in Plexiglass verrà utilizzata solo per i trattamenti delle neoplasie dell’encefalo, però senza l’utilizzo di fasci che la attraversano e la basetta in fibra di carbonio del Body Fix verrà sempre contornata, per l’elevata attenuazione provocata.

Seguici su Facebook
Seguici su Linkedin
Seguici su Youtube